Le onde convogliate (in inglese PLC, Power Line Communication) sono una tecnica di trasmissione di segnali su linee elettriche.Si realizza sovrapponendo al trasporto di corrente elettrica, continua o alternata a bassa frequenza (50Hz in Italia) , un segnale a frequenza piú elevata che è modulata dall’informazioneda trasmettere.

La separazione dei due tipi di correnti si effettuagrazie al filtraggio e separazione degli intervalli di frequenzeutilizzate.La tecnica è stata utilizzata nel passato, prima dell’introduzione della telefonia mobile, per trasmissioni con treni in marcia (usando le linee di potenza, ad esempio dalla Telettra), per controllare apparati elettrici tramite la propia rete di alimentazione, per leggere contatori elettrici remotamente, ecc…

Piú recentemente è utilizzata per dare accesso dati (per esempio Internet) alle case tramite la rete elettrica senza necessità di accessi specifici per cavo coassiale o wi-fi.

Powerline per privati e piccoli uffici

Molto spesso la prima cosa che si pensa per ovviare ad una cablatura tradizionale, è il wi-fi, ma sempre più utenti stanno pensando all’alternativa dell’energia elettrica perchè anch’ essa come il wireless ci si può posizionare in qualsiasi stanza della casa o dell’ufficio, per poter navigare, senza dover cablare nulla.

Il wireless è pensato quasi esclusivamente per l’accesso di portatili, palmari, che nelle ultime generazioni integrano nativamente le schede wifi, però questi terminali mobili soffrono di un problema di scarsa autonomia, e quindi molto spesso durante ad una navigazione ad internet, il portatile deve essere collegato alla corrente elettrica.

Il wifi quindi potrebbe essere un’ottima soluzione in completa assenza di cavi solo per connessioni rapide, per casa o per piccoli uffici solitamente la richiesta di connessione va di molto oltre l’autonomia di un portatile, percui dovendosi attaccare comunque alla corrente elettrica, la scelta della tecnologia powerline diventa un ottima alternativa.

I punti sicuramente a favore di una tecnologia powerline rispetto al wifi, oltre alla sicurezza, anche la qualità del segnale, essendo uno via cavo e l’altro via aria. Molto spesso infatti accade che un singolo access point non riesca a cablare in modo ottimale tutta la superficie dell’appartamento, offrendo così una navigazione lenta all’utente in certe zone, ed assente in altre.

La tecnologia powerline invece vi permette di collegarvi da qualsiasi spina, in tutta libertà e sicurezza. Finalmente potrete disporre di internet in ogni angolo senza perdere nella qualità del segnale.

Powerline per Aziende, Hotel, Campeggi

All’interno di aree estese, come possono essere Aziende , oppure hotel o campeggi, solitamente sono presenti molti quadri elettrici. In questo caso la tecnologia usata per i piccoli uffici o gli appartamenti privati non basta, e quindi vi è bisogno di uno studio e di un’altro tipo di strumentazione che a primo acchito può sembrare uguale al homeplug ma in realtà è ben diversa.

In ogni quadro elettrico verrà posizionato un repeter (ripetitore di segnale), e nel quadro principale verrà posizionato un’unità centrale. L’apparecchiatura non è a vista, percui dopo l’installazione che mediamente si esaurisce in 4-8 ore potrete disporre di internet da ogni presa elettrica senza aver disturbato la normale routine degli ospiti o dei dipendenti.

Installazione di una rete Powerline

La prima visita, è di carattere esplorativo ed i tecnici testano larete elettrica, stimando il numero di eventuali “repeater”, serisultasse disturbata. Si potrà così ricevere un dettagliato preventivodi spesa.

Una volta effettuato l’ordine, i tempi di consegna possono variare dalle 3 alle 5 settimane

L’installazione degli apparati è un’operazione molto rapida che si risolve normalmente in 4-8 ore.

Componenti di una rete Powerline

MicroServer PowerLan
Tecnologia innovativa, embedded e fanless. Garantisce la sicurezza ed il controllo del traffico della rete interna, secondo le modalità della nuova legge antiterrorismo.
Unità centrale
Viene collocata direttamente nel quadro elettrico principale, da parte dei tecnici e di un elettricista del committente.
Repeter
Servono a garantire una linea sempre pulita da eventuali disturbi. La scelta del numero di repeter viene stimata dai tecnici in un prima visita esplorativa, solitamente comunque possono variare da 1 ad un massimo di 8 a seconda dei disturbi.
Terminali
Sembrano delle classiche spine doppie, vengono inserite nelle prese da dove ci si vuol collegare, basterà infatti inserire la spina del PC nel terminale per poter accedere alla rete.
fonte: http://wireless.iport.it
If you enjoyed this post, make sure you subscribe to my RSS feed!
Share

4 Responses to “Powerline, la rivoluzione della linea elettrica”

  1. 4
    assistenza computer roma Says:

    Trovo molto giusto quanto e stato scritto e approvo quello che è stato detto.

  2. 3
    cirio Says:

    @gianni: ciao, per maggiori info potresti guardare il sito dell’utente “Giovanni” che ha commentato l’articolo. Prova a chiedere a lui;)

  3. 2
    Gianni Says:

    Ciao, sono incuriosito da questo tipo di tecnologia, anche perché tra un mese mi trasferisco in un comune non coperto da ADSL e sto studiando la miglior forma di rimanere collegato alla Rete, con un collegamento stabile e possibilmente economico. Ho dato una sbirciatina sul web, ma nessuno spiega in quale modo si paga l’accesso e la navigazione in rete attraverso PLC…

  4. 1
    giovanni Says:

    L’articolo è ben fatto in quanto trattasi di articolo pubblicitario. E’ molto vago sul fattore “repeter” quante sono le connessioni massime contemporane e, cosa moltissimo importante: funziona tale sistema su linee elettriche TRIFASE?
    LA VELOCITA’ DI BANDA? Tutte cose non citate. Powerline sta per power line Carrier e non comunication! “Una volta effettuato l’ordine, i tempi di consegna possono variare dalle 3 alle 5 settimane” e cose’ sono mobili su misura? Se ritenete, non voglio farmi pubblicità, contattatemi per uleriori informazioni a riguardo.
    Grazie e ciao a tutti!
    Jo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.