Avviare secondlife su linux – script semplificativo

Monday, July 7th, 2008 | SecondLife with No Comments »

script_secondlife

BUC (basta un click) – nascente progetto in ambito gnu/linux in grado di trasformare scritp bash in applicazioni di tipo visuale, grazie ad un interfaccia grafica permette di compiere operazioni apparentemente complicate semplicemente cliccando su comodi bottoni; potete trovare ulteriori informazioni sul sito del gruppo Sicilinux.

Dopo questa breve introduzione, necessaria, passiamo allo script vero e propio:

[snippet=7151]

Il codice in questione è semplice e allo stesso tempo utile; permette di avviare il client di secondlife(s.l for linux) da una comoda interfaccia grafica, è stato creato per ridurre i tempi d’avvio per chi non è pratico nell’utilizzo del terminale, essendo necessario in quanto il pacchetto .deb su gusty (7.10) non è più supportato ed inoltre può generare alcuni errori(“Pacchetto secondlife ubuntu corrotto – come risolvere”).

MODO D’USO:

1) Installare l’interprete BUC –> rif. wiki buc

2) Salvare il code sopra riportato con estensione .mc

3) Avviare da terminale digitando:

buc secondlife.mc

5) Cliccare sul button “avvia secondlife”

* L’unica nota di merito riguardo il codice è la path in cui è situato lo script(ex. con ubuntu 7.10), essendo la cartella home quella di default si riducono notevolmente i tempi d’avvio, senza dover portarsi all’interno di ulteriori cartelle. Ricordo infine di modificare il percorso della cartella secondlife secondo il posizionamento sul vostro pc.

Share

Prima esperienza di un ragazzo italiano su secondlife

Sunday, June 29th, 2008 | SecondLife with 7 Comments

secondlife

Benvenuti, recentemente ho provato per la prima volta SecondLife, questo mondo virtuale di cui è impossibile dare una definizione precisa per la vastità dei pareri presenti in rete; propio per questo volevo raccontarvi la mia esperienza, a tratti travagliata:

I problemi iniziarono subito nell’installazione (“Pacchetto Secondlife ubuntu corrotto-come risolvere“), lasciati alle spalle i primi intoppi mi sono avviato a scoprirne le caratteristiche; approdato sulla land di “Agorà Saturnia”, ho avuto modo di interagire per la prima volta con un avatar italiano il quale mi ha spiegato in breve come è generato questo mondo; ma non è questo quello su cui mi voglio soffermare… Quello che mi ha colpito maggiormente è la possibilità di vivere una seconda vita a pagamento o gratuitamente; non stò impazzendo tranquilli.. è la verità, SecondLife mette a dispozione dell’utente tutti i servizi e caratteristiche di una vita reale, “peccato che è tutto virtuale” ; quest’ultima è la frase su cui vorrei farvi riflettere, acquistando capacità d’uso ho iniziato a girare questo nuovo mondo e sono rimasto allibito nell’incontro di vere e propie ricostruzioni di locali notturni, luoghi a carattere pornografico, mostre dove ogni forma sessuale veniva sbandierata ai quattro venti, non sto facendo del moralismo inutile, non che mi abbia scandalizzato tutto questo, internet è la patria delle libertà, solo che non concepisco come vi possano essere pervertiti disposti a pagare soldi veri(I linden dollar si acquistano tramite paypal, carte di credito ecc) in cambio di streaptease virtuali.

Tutto questo a parer mio fa quasi pena, è il sentimento che provo nei confronti di questa gente.. Alcuni di loro si sono immedesimati talmente in SecondLife che non riescono più a farne senza, non dimentichiamo che dietro a tutti gli avatar ci sono persone vere in carne ed ossa, fisse davanti ad un monitor per ore.

Questa vuol essere una critica ad una parte di questo mondo virtuale, sporca come nella vita reale; mentre dall’altro lato possiamo trovare progetti estremamenti educativi ed interessanti, quello che mi ha maggiormente colpito è Virtual Hallucinations, grazie al quale potremo ripercorrere le sensazioni di un malato di schizzofrenia, malattia mentale.

Facendo un bilancio della mia prima esperienza posso dire che ho avuto un impatto forse troppo forte, dovuto anche dalla mia negligenza nel non seguire nessuna guida e voler fare tutto personalmente; consiglio per tanto a tutti coloro che vogliano avvicinarsi a SecondLife di farlo attraverso un tutorial o di entrare in uno dei tanti gruppi esistenti, questo per non farsi un opinione sbagliata.

Se volete dire la vostra, anche critica nei confronti di questo post, intervenendo con un commento, sarò felice di ascoltarvi.

Share